fbpx

Dov’è finito Max?

Copertina dell'albo illustrato "Dov’è finito Max?"

Un albo illustrato in doppia lingua, italiano e ladino, una storia frizzante e spiritosa da un nuovo talento dell’illustrazione

Dov’è finito Max? è il primo albo illustrato firmato come autore e illustratore da Max Erlacher: una storia spassosa in edizione in doppia lingua, italiano e ladino, grazie alla collaborazione con l’Istitut Ladin Micurá de Rü.

Copertina dell'albo illustrato "Dov’è finito Max?"

Dov’è finito Max?

scritto e illustrato da Max Erlacher
Edizione bilingue con traduzione in ladino di Silvia Liotto
collana Le Piume
età: 3+
cm 21 x 30
48 pp. illustrate a colori, cop. cartonata
euro 16
ISBN 9791280014597
Stampato su carta ecologica FSC

Dal 25 novembre in libreria

Max è in visita allo zoo con la sua classe, quando incontra il suo animale preferito, il coccodrillo. La vera sorpresa però sta nel fatto che il coccodrillo è anche il direttore dello zoo!
Muniti di baffi finti per non farsi riconoscere, i due partono per una esilarante esplorazione dello zoo, alla scoperta del punto di vista degli animali. Le risate sono assicurate, per un’avventura decisamente fuori dal comune. 

Le illustrazioni di Max Erlacher hanno una vena satirica e surreale e sono ricche di particolari buffi e sorprendenti da scoprire, che sicuramente divertiranno i piccoli lettori, insieme a una storia piena di irriverente umorismo.

Questo albo illustrato è nato dalla collaborazione tra Camelozampa e l’Istituto Ladino Micurà de Rü, nell’ambito delle iniziative che hanno come obiettivo la conservazione e la rappresentazione della lingua ladina. 

L’autore e illustratore 

Max Erlacher nasce a Bolzano nel 1996. Trascorre la sua infanzia tra le montagne delle Dolomiti per poi trasferirsi a Brunico. All’età di 18 anni si trasferisce a Bologna per studiare all’Accademia delle Belle Arti. Lavora come illustratore e grafico, collaborando con diverse riviste e aziende. Attualmente vive e lavora a Milano, dove sta terminando il suo Master in Interior Design.

La traduttrice

Silvia Liotto, nata a Brunico nel 1974, lavora all’Istituto Ladino Micurá de Rü, dove si occupa di
toponomastica ladina, pubblicazioni per bambini e traduzioni.

Loghi

logo camelozampa

Casa editrice

Camelozampa è una casa editrice indipendente, vincitrice del BOP 2020 Bologna Prize for the Best Children’s Publishers of the Year per l’Europa. È nata nel 2011 e pubblica albi per la prima infanzia, picture book, non-fiction, narrativa per bambini e ragazzi, fino a giovani adulti. Produce libri di qualità, prestando grande attenzione a ogni aspetto, dai contenuti ai materiali (con l’utilizzo ad esempio di carta FSC). Tra i suoi punti di forza la riscoperta di capolavori internazionali della letteratura per ragazzi, mai arrivati prima in Italia o finiti troppo presto fuori catalogo. A queste riscoperte affianca un lavoro di scouting per dare spazio alla creatività di autori e illustratori italiani, emergenti o già affermati. Camelozampa è una casa editrice ad alta leggibilità. 


Download Press Kit

Se vuoi conoscere maggiori dettagli su questo titolo invia un’email a ufficiostampa@lachicca.online

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

Subscribe To Our Newsletter

Get updates and learn from the best

Scopri gli altri titoli

Sono Vincent e non ho paura

Un romanzo per ragazzi commovente e sincero, una descrizione senza sconti dei meccanismi psicologici del bullismo Arriva anche in Italia Sono Vincent e non ho

Zloty di Tomi Ungerer

Zloty

Arriva Zloty: dal genio di Tomi Ungerer una Cappuccetto Rosso sovversiva e una storia di amicizia e solidarietà che supera ogni differenza Ancora un classico

L'aquilone di Noah

L’aquilone di Noah

L’AQUILONE DI NOAH di Rafael Salmerón– Dal 20 gennaio 2022 in libreria Un romanzo ambientato a Cracovia durante la Seconda guerra mondiale che racconta la